BENVENUTO AL PERCORSO DI 21 GIORNI IO MERITO LA GIOIA

Benvenuto! Sono Michela Ruffino, Counsellor Olistico. Ti invito a prendere informazioni su di me e il mio lavoro nel mio sito web www.michelaruffino.com
In questa pagina sono contenute:
  1. le informazioni principali per partecipare al percorso gratuito di 21 giorni via messaggio
  2. le Linee Guida per i Volontari che creano un gruppo di lavoro.
ATTENZIONE! 

Michela Ruffino è Counsellor, professionista della relazione d’aiuto, ai sensi della L.4/2013. Il carisma di Michela risiede nella comunicazione: attraverso l'osservazione dei pensieri che influenzano la percezione della realtà e l'accoglienza del potere alchemico delle emozioni, i colloqui con lei mirano a scoprire risorse e talenti, a ritrovare se stessi e ad emanciparsi rispetto a schemi ed emozioni ostacolanti la propria relazione con la Vita. Ella non è psicologa, né psicoterapeuta, né medico generico, né medico psichiatra, pertanto i servizi da lei offerti non hanno finalità terapeutiche, di cura o di diagnosi riservate a tali figure professionali. (maggiori info www.michelaruffino.com). Il Percorso gratuito di gruppo in 21 giorni tramite messaggistica proposto non è da intendersi come un Percorso di Counselling, né in alcun modo attraverso di esso verrà offerta consulenza; il percorso bensì ha la sola finalità di divulgare e condividere riflessioni nell’ambito della crescita personale e del benessere.

L’autrice di questo percorso non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento dell’autrice è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questa iniziativa per voi stessi, che è un vostro diritto, l’autrice non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni.


INFORMAZIONI PRINCIPALI
Nel novembre 2020 ho lanciato la Challange di 21 giorni dal titolo IOMERITOLAGIOIA. Essa si distingue dal percorso individuale di Counselling in quanto è una iniziativa gratuita che avviene tramite la creazione di gruppi (su Telegram, Whatsapp, etc.) con l'invio di contenuti via sms. Più di 100 persone si sono iscritte e da quel momento alcuni volontari hanno scelto di diffondere questo percorso gratuito a loro volta, così potrai fare anche tu se vorrai seguire le linee guida. Il contenuto è perfezionabile, come tutte le cose con il senno di poi e con l’esperienza, ma è sbocciato dal cuore, è passato attraverso il cuore di altre persone: prendi il meglio che c’è.

Non so nulla di te, perciò ho scelto alcuni argomenti importanti nel mio percorso personale e che si ripropongono spesso nelle persone che aiuto tramite il mio lavoro. Ho toccato questi temi con dolcezza, consapevole che ciascuno di essi merita degli approfondimenti. Tuttavia, attraverso un percorso di messaggistica gratuito e nel quale non interagiamo, il mio intento non è aiutarti a guarire tutti i temi proposti, bensì accompagnarti alla comprensione di cosa sia prioritario per te sviluppare per arrivare finalmente a sentire a cuore pieno che meriti la Gioia, meriti tutto l’Amore che esiste.

Una cosa importante che ho compreso è che volersi bene e parlare a se stessi in modo benevolo cambia tutto, soprattutto trasforma come ci approcciamo alla crescita personale e spirituale. Non è vero che dobbiamo lottare contro le nostre imperfezioni, ma anzi, più ci amiamo, più esse si fanno meno invadenti. Spesso crediamo che criticarci sia un atteggiamento responsabile, sia il solo modo per migliorarci. Il mio motto è “Ciò che bacia la Luce diventa Luce”. Comprenderai meglio lungo il cammino.

Ti verrà fornita una dispensa da me redatta e coperta da Copyright. 

Ogni giorno ti verranno inviati:

  1. una breve riflessione che introduce il tema del giorno
  2. un esercizio
  3. una serie di affermazioni
  4. un rituale settimanale.
Puoi partecipare al percorso direttamente nel mio gruppo: vai alla mia pagina Facebook per scoprire le prossime date o mandami una email a michela.ruffino@gmail.com con specificato nel titolo 21GIOIA. Oppure puoi partecipare su invito di un Volontario che possiede già tutti i contenuti.
L'unica condizione per proseguire nel percorso è scrivere FATTO nella tua chat di gruppo entro un determinato orario, dopo che avrai svolto il primo ciclo di Affermazioni. Tutto sarà più chiaro nella dispensa. TI ricordo che l'iniziativa è gratuita, ma non è mero intrattenimento, occorre partecipare per davvero.

LINEE GUIDA PER I VOLONTARI

"Essere volontaria mi ha dato la gioia di inoltrare altra GIOIA .. riaccendere quella luce all'interno dei cuori di persone a me care" Volontaria

Chi è un volontario?

E' una persona che ha svolto il percorso gratuito di 21 giorni via messaggistica IOMERITOLAGIOIA. Dopo la prima settimana ha scelto la sua iniziativa di volontariato fra un ventaglio di opzioni. Ha dunque scelto di creare un gruppo e inviare ogni giorno per 21 giorni i contenuti del percorso, mantenendo l'ordine con il quale gli sono stati inviati e il copyright.
Una testimonianza: (continua poi a leggere le indicazioni)
"Ciao Michela! Ti devo dire che per me essere “volontaria” nell’aver creato il gruppo su esempio del tuo Io Merito La Gioia è bellissimo! Soprattutto sono grata alle persone che ho nel gruppo, sento che il loro sforzo di migliorare loro stesse ed essere più luminose, sta aiutando la terra! Sento la loro voglia di migliorare il mondo e se stessi e la vita mi sembra più bella! Non ci si giudica e ci si aiuta ad attirare positività e luce migliore nella Vita! E ad esserle tanto grati! É come se mi facessero uno splendido regalo! La bontà mi torna tre volte tanto e riempie la mia Vita! Sono grata grata grata !! E grata a te per aver fatto partire questa catena di Luce!
È bellissimo"

Rispetto del Copyright

Il materiale inoltrato è di proprietà di Michela Ruffino la quale ne detiene tutti i diritti. Il materiale non può essere modificato in alcun modo, né riprodotto con vocali o altri mezzi. Michela ha stabilito le modalità attraverso le quali può essere condiviso il materiale e sono indicate nelle righe che seguono. Se voleste sviluppare nuove idee e modalità insieme a Michela, scrivete una email a michela.ruffino@gmail.com. La Dispensa inoltre che viene inoltrata in allegato, è estratta dal libro in uscita IO MERITO LA GIOIA, © 2020 - Tutti i diritti riservati all’Autore. Il documento è estratto da un’opera in pubblicazione direttamente dall'Autore tramite la piattaforma di selfpublishing Youcanprint e l'Autore detiene ogni diritto della stessa in maniera esclusiva. Nessuna parte di questo documento può essere pertanto riprodotta senza il preventivo assenso dell'Autore.

"E' stato emozionante leggere le riflessioni dei miei partecipanti, le loro condivisioni. E' stato meraviglioso vedere che anche loro hanno voglia di stare bene e di credere nella Vita e nella gioia che tutti noi meritiamo." Volontaria

Orario
Ogni mattina il volontario invia il materiale contenuto fra le virgolette, ossia prodotto da Michela, distinguendolo da eventuali altri messaggi che sono stati inviati dal volontario organizzatore del gruppo al quale ha partecipato. La fascia oraria consigliata è fra le 6.30/7 del mattino in quanto le persone che lavorano o che hanno bambini possono ripetere davanti allo specchio le affermazioni come suggerito nella dispensa, attività molto efficace e che resta impressa il resto della giornata. E' comunque fonte di benessere svegliarsi presto e dedicare del tempo a se stessi prima di entrare in automatico nella quotidianità. Non è necessario attenersi a questo specifico orario, purché si rispetti un orario fisso in quanto molte persone contano su questo e aspettano con gioia il messaggio quotidiano. Si ricorda che questa è una iniziativa di volontariato, va dunque svolta gratuitamente e con la gioia di mettersi a servizio.

"Essere volontaria mi ha portato in dono poter vivere 2 volte - da partecipante e da volontaria - il potere e la magia della sincronicità e dell'entropia. Mi ha fatto sentire più aperta alla Vita, e quindi anche alla Gioia!" Volontaria

Regola del Fatto
PERCHÉ QUESTA REGOLA
La regola del Fatto é uno dei pilastri di questo lavoro. Vedere che gli altri hanno scritto Fatto da la carica. É un mezzo dolce per ricordarci di ricordare, che è fattibile, al di là di tutte le questioni che la mente può tirare fuori per sabotare il proprio benessere. Questa non è una iniziativa di terapia, ma nemmeno di intrattenimento. Scrivere Fatto inoltre da molta soddisfazione personale, perché non sono poche le difficoltà che si incontrano lungo i 21 giorni. Infine per il Volontario da anche unsenso al proprio impegno quotidiano, scrivere Fatto é rispettoso verso il tempo che sta dedicando agli altri. Dunque Fatto fa bene a se stessi, agli altri membri e al Volontario.
RISPETTO DELLA REGOLA
Per i motivi appena esposti, il membro che non scrive Fatto non può proseguire il percorso. Il Volontario è tenuto a far rispettare questa regola innanzi tutto ricordando dentro di sè la sua importanza, sempre tuttavia con intelligenza. Ogni sera il volontario verifica che tutti i membri del suo gruppo abbiano scritto Fatto. Qualora la stessa persona dimentichi di scrivere Fatto per due giorni consecutivi, il volontario scrive in privato (in privato!) e cerca di essere di supporto. Se la persona sentisse che quello che non è il momento di dedicarsi all'iniziativa, va lasciata andare senza forzature né giudizio. Se la persona chiede un'altra possibilità, va comunque ribadito che nel rispetto del lavoro svolto il ci si attenga a questa semplice regola. Prosegue chi sceglie di scrivere consapevolmente Fatto ogni giorno.

"Essere volontaria mi ha dato la gioia di condividere.. È proprio come un' eco vibrazionale che si propaga attraverso cuscuno di noi all'infinito.. Sono sempre più consapevole che il percorso di ciascuna persona, va considerato in una macro lettura.. Bisogna avere una visione aperta.. Tutto ciò che ci accade ha un suo senso più ampio.. Tutto si intreccia.." Volontaria

Tabella di marcia e altre informazioni pratiche
  1. La seconda domenica del percorso il volontario sceglie di aderire all'iniziativa
  2. invia dunque un invito privato alle persone che desidera contattare
  3. crea un gruppo chiuso su Telegram o Whatsapp o altro mezzo (non Facebook, è dispersivo) ATTENZIONE. il gruppo deve essere chiuso, non un blog, non un sito, non una pagina Facebook, non una lista broadcast, non una mailing list: UN GRUPPO CHIUSO DI MESSAGGISTICA.
  4. il giovedì si chiudono le iscrizioni
  5. il venerdì si invia un documento di Benvenuto che il volontario avrà ricevuto inizialmente a sua volta, a questo documento i membri dovranno rispondere per accettazione e presa visione, per iscritto nella chat, pena la non partecipazione
  6. la domenica si invia il messaggio del giorno zero con la Dispensa allegata*
  7. al secondo mercoledì, cioè dopo 10 giorni, si invia il link del video con le risposte alle domande frequenti
  8. verso il termine del percorso si invia l'attestato di partecipazione, il link al questionario, seguendo tempi e istruzioni ricevuto nel gruppo originario.
*ATTENZIONE. La Dispensa non può essere inoltrata a chi non ha aderito al contenuto del documento di Benvenuto, va inviata solo ai membri che hanno acconsentito e che quindi partecipano al gruppo, dunque la domenica il giorno zero.
NOTA. Durante i giorni che precedono la domenica giorno zero, possono essere mandati i link ai video informativi IOMERITOLAGIOIA (facebook) e IOAMOILMIOLAVORO (youtube)

Alcune testimonianze di volontari (leggi poi sotto le domande più frequenti)
C.:"Mi rende felice partecipare a questo percorso, raccolgo leggerezza e benevolenza e per gratitudine ho pensato di proporlo ad altre persone. Superata la resistenza mi sono accorta che chi è arrivato ha accolto questa possibilità come dono, ed ora siamo un'onda nella quale procediamo con la presenza e costanza propria, ma con il vantaggio grande dell'energia di tutti. Si sente dentro e si constata fuori. Grazie a Michela, la sorgente Insieme, tutti i ruscelletti nostri hanno creato un fiume destinato a diventare oceanoIl cuore si moltiplica"

R: "sto avendo persone che quotidianamente mi scrivono e mostrano i lavori fatti .. chi trova qualche difficoltà e chi sta andando molto liscio ... oggi ho ricevuto un messaggio di una persona che si è commossa ringraziandomi di ciò che sto facendo perché si sente un’altra ..."

R.: "mi sono sentita contenta per i feed back che sono arrivati soprattutto da parte di un membro, ma è servito anche a me perché ho avuto modo di 'rivedere gli esercizi' passati e di rinforzarmi"




Domande frequenti dai volontari
Sul nostro gruppo pubblichiamo solo il testo fra virgolette di Michela Ruffino, o possiamo/dobbiamo mettere qualcosa di nostro ?
Tutto il materiale che è coperto da copyright, quindi non può essere modificato, né abbreviato, né integrato al suo interno. Quando sentite il bisogno di aggiungere del vostro, cosa che io non posso verificare, dovete considerare che il materiale è stato studiato e calibrato, e in base a quello che mi sta arrivando come feedback per alcune persone è tanto. Quindi se volete aggiungere dei contenuti dovreste farlo con saggezza, competenza e rispetto verso chi vi segue, e distinguendo chiaramente il vostro contenuto dall'originale. Se invece voleste semplicemente commentare, incitare, sostenere, nelle vostre chat fatelo specificando sempre che si tratta di un vostro commento, firmatelo chiaramente, distinguendolo dal mio in maniera inequivocabile.
Colgo l'occasione per dire, visto che sono consapevole che ci sono tanti operatori che stanno seguendo il percorso, che avete il diritto di brillare e di creare i vostri 21 gg se lo sentite, con i vostri contenuti esclusivi e originali, senza il bisogno di copiare o seguire le tracce altrui. Non fatevi del male e vogliatevi veramente bene perché sicuramente c'e qualcosa di unico che potete offrire agli altri, quando siete pronti arriva tutto, mezzi, ispirazione, persone.
Se foste operatori del settore e voleste collaborare con me, integrando le nostre competenze in un percorso di 21 giorni ad hoc, scrivetemi a michela.ruffino@gmail.com
Grazie a tutte di esserci! Michela

Anziché mandare il tuo testo, posso registrarlo con un vocale e mandarlo? 
No. Il materiale è coperto da Copyright e l'autrice ha stabilito che può essere condiviso solo in maniera integrale, per iscritto, seguendo le LINEE GUIDA qui riportate e nei documenti inoltrati lungo il percorso.
Ma il materiale mi sembra troppo, non vorrei che si sentissero ingolfati...
Tu hai avuto piacere a ricevere tutto quel materiale gratuitamente? Io ho ricevuto centinaia di feedback positivi, per molti è stato una manna dal cielo. Qualche persona si è sentita in difficoltà e le ho ricordato che può ripetere anche solo le Affermazioni affinché abbia un senso questa iniziativa. Qualcuno l'ho dovuto lasciar andare perché non era pronto a ricevere, va bene. Sono contenuti indirizzati a molti, non personalizzati.  Nella prima edizione novembre/dicembre 2020 su 108 persone iscritte, solo 9 hanno abbandonato il percorso durante le prima due settimane.Si cerca di dare il meglio ma non si possono prevedere tutte le opzioni. Per questo, esistono i percorsi individuali e redatti su misura, ossia la consulenza a pagamento.

Cosa faccio se vedo che nessuno scrive Fatto durante il giorno? 
Manda un sms di sostegno, ovviamente distinguendoli da quelli di Michela. Puoi approfittarne per mandare la foto che hai scattato tu per quel giorno di percorso, ricordando una tua emozione, etc. Mettici il cuore. Sempre riferisciti con gentilezza e non giudizio verso i membri del tuo gruppo.

Cosa faccio se mancano molti membri a fine serata che non hanno ancora scritto Fatto?
Prima delle 22, manda un sms, come sopra. Può essere una buona occasione per mandare un link a miei articoli o video.

Alcune persone sono uscite dal gruppo senza avvisarmi, cosa faccio?
Molto dipende dal tuo temperamento e da cosa stai provando in merito a questo, non ti conosco perciò non posso consigliarti. Posso solo suggerirti di accettare e lasciare che sia. Se foste in rapporti intimi magari più in là potresti chiedere come va. 

Alcuni membri si lamentano che il materiale è tanto, cosa faccio?
Ricorda loro che per essere efficace questo percorso è sufficiente che ripetano solo le Affermazioni inoltrate ma più volte al giorno, altrimenti non ha senso aver aderito. Possono lasciare il percorso se non fosse il momento giusto.

Una persona non riesce a fare gli esercizi o le affermazioni, dice che emergono cose troppo profonde, cosa faccio?
Lascia alla persona la decisione se proseguire o meno. Tutto è benevolo e ciò che emerge è sempre utile, ma qualora la persona non riuscisse a sostenere questo emergere, potrebbe avere bisogno di un terapeuta, psicologo, coach o counsellor, e in alcuni casi laddove vi sono patologie, anche di un medico. Solo la persona può però chiedere aiuto ad un professionista. 

Ho copiato e incollato il messaggio che mi è arrivato dal volontario del mio gruppo, ma riporta come refuso il suo nome, cosa faccio?
Nel rispetto della privacy e per chiarezza sul copyright, cancella sempre il nome di terze persone. Puoi incollare il testo sul blocco note del telefono, togliere il nome dell'altro volontario, e poi copia e incolla nel tuo gruppo.

Alcune persone che vogliono partecipare nel mio gruppo potrebbero essere molto imbarazzate a partecipare perché si conoscono, cosa faccio? Posso mandare privatamente gli sms o fare una lista broadcast?
Il gruppo è un elemento fondamentale di questo percorso. Leggere che gli altri stanno procedendo, oppure vedere le foto quando vengono condivise, dà la carica. La persona smette di essere chiusa nella sua testa, e nelle sue abitudini, e si sente indirettamente incoraggiata e accompagnata dagli altri. Quindi se avessi persone che non si parlano fra loro o non vogliono interagire fra loro, innanzi tutto sincerati che sia vero e non sia una tua supposizione. Eventualmente le distribuisci in due mini gruppi.

La chat del mio gruppo è un delirio, fanno domande e chattano, e commentano fra di loro, così si perdono i messaggi e mi tocca fare il doppio del lavoro! Cosa faccio?
Ribadisci sempre che non si può chattare, che si può scrivere solo Fatto, a meno che l'attività del giorno chieda la condivisione di foto, frasi, o altro. Suggerisco massimo 10 persone nel gruppo se non hai molto tempo da dedicare all'iniziativa. Le domande in privato. Quando noti che qualcosa non è stato compreso da più persone che ti hanno scritto in privato, rispondi nella chat di gruppo con un messaggio chiarificatore.

E' il giorno zero, è quasi sera e le persone non si sono presentate, cosa faccio? Alcune persone non rispettano la regola del fatto cosa faccio? Alcuni membri non partecipano, cosa faccio? O difficoltà simili.
Manda un sms in privato. "Come stai tutto bene?"
Il percorso è arricchito con tanto materiale, tutto gratuito, è praticamente un libro in regalo, più il servizio gratuito di qualcuno che ogni giorno ti sta vicino e ti sprona a farlo, che in questo caso siete voi volontari...ha un valore innanzi tutto umano e poi professionale. Non c'è nulla di male se chiedi rispetto per il tuo tempo dedicato. Sempre con gentilezza. 

Alcuni miei membri vorrebbero più interazione, più scambio, perché è stata messa la regola di non chattare?
Una regola che piace a molti ma non a tutti, è quella di non chattare se non quando specificato, fatta per evitare l'abbandono di molti quando si genera il caos nelle chat: non sempre si ha una sana gestione degli spazi comuni, o talvolta semplicemente non ci si ritrova con lo stesso entusiasmo. Questa regola tuttavia è flessibile. I volontari che si sono prestati a diffondere l'iniziativa sono liberi di adattare questa regola ai propri gruppi. Quando infatti conducono gruppi piccoli, di due o tre persone amiche per la pelle, per esempio, possono favorire l'interazione, ma dipende anche dagli impegni che hanno i volontari al di fuori dell'iniziativa. Vanno infatti considerate alcune cose:
1) puntare una sveglia tutti i giorni per 21 giorni, copiare e incollare materiale cercando di non commettere errori, è già un impegno, dunque dover gestire le interazioni, gli sfoghi, i cambi di argomento eventuali, rispondere a quesiti psicologici o spirituali, diventa un lavoro e questa è una iniziativa gratuita che promuove l'auto-sostegno;
2) quando l'interazione non è moderata, le persone possono perdere contenuti importanti e la gestione poi grava sul volontario;
3) i volontari che seguiranno dovranno copiare e incollare il materiale originale senza variazioni, "driblando" fra tutti i commenti e cercando di evitare di riportare a terzi contenuti che non c'entrano, rischiando di fare confusione con materiale coperto da copyright, fra l'altro più che abbondante. Una possibilità per la gestione di gruppi numerosi dove tutti sono d'accordo sull'interazione, è quella di creare una chat dove inviare solo il materiale ed una chat nella quale interagire.
È il volontario che sceglie come gestire la chat mantenendo però fede ai principi condivisi nelle Linee guida.

Nel mio gruppo c'è parecchia interazione, vorrei mantenerla ma molti perdono il filo, cosa posso fare?
Una possibilità per la gestione di gruppi numerosi dove tutti sono d'accordo sull'interazione, è quella di creare una chat dove inviare solo il materiale ed una chat nella quale interagire.  Leggi la risposta alla domanda precedente.