Informativa sul Counselling

Cos’è il Counselling.
Attraverso il dialogo, il Counsellor supporta l’individuo nel riconoscimento e nello sviluppo delle risorse personali. Favorendo la riflessione, in assenza di patologie mentali e nell’arco di un periodo di tempo di intervento circoscritto, il Cliente può migliorare la propria capacità di auto-osservazione, consentendo così la presa di coscienza delle proprie credenze e degli schemi di azione, nonché dei propri talenti e punti di forza, per incrementare il proprio benessere. Michela Ruffino è un Counsellor, professionista della relazione d’aiuto, ai sensi della L.4/2013, legge che disciplina le professioni non organizzate in ordini o collegi

L’approccio olistico.
Prima di cominciare un percorso di Counselling Olistico è importante che il Cliente si senta profondamente allineato con la visione che il Counsellor ha della persona: un modo unitario ed organico di vedere l’essere umano e l’esistenza, considerando l’individuo nella sua totalità, come unità tra corpo, mente e spirito/energia. Con un approccio globale, adottando il paradigma in cui tutto è interconnesso, il Counselling Olistico integra competenze comunicativo-relazionali con metodologie naturali, energetiche, artistiche, meditative

Come si svolge un percorso di Counselling.
Il Cliente invia una email motivazionale a michela.ruffino@gmail.com (indicando nome, cognome, motivazione, numero di telefono) e chiede un incontro che può avvenire di persona nello studio di Roma, o in videochiamata Whatsapp o Hangout. A seguire, avviene un breve colloquio telefonico conoscitivo per valutare la possibilità di un percorso di Counselling e fissare l'incontro.
É necessario fornire i propri dati fiscali per la fatturazione dell’onorario, acconsentire al Trattamento dei propri dati personali, sottoscrivere il Consenso informato.
Gli incontri sono colloqui all’interno dei quali il Counsellor fornisce strumenti e o spunti di riflessione con i quali la persona si rende man mano autonoma nel suo rapporto con la Felicità.

Frequenza e durata.
Il Counselling si sviluppa in un incontro a settimana, all'interno di un arco temporale circoscritto, riconducibile a dieci incontri circa e successivi colloqui di follow up con maggiore distanza nel tempo. Tuttavia, essendo ogni persona unica, il numero di sessioni e la frequenza sono stabiliti in maniera flessibile sulla base delle esigenze del Cliente, degli obiettivi da raggiungere e della risposta positiva ai colloqui.

Come si conclude.
La conclusione del rapporto coincide con l’esaurimento degli incontri concordati, tuttavia sia il Cliente, sia il Professionista, hanno il diritto di interrompere il percorso di Counselling in qualsiasi momento, per qualsivoglia motivazione, semplicemente comunicandolo.
Qualora il Professionista rilevasse la necessità di un intervento diverso da quello di Counselling, può proporre figure professionali di riferimento specifiche o servizi sul territorio utili al benessere del Cliente.

Effetti possibili.
Gli incontri di Counselling possono favorire alcuni effetti, quali, a solo titolo di esempio non esaustivo: il desiderio di piangere, che può indicare l’avvenuto contatto con emozioni in precedenza trattenute; la voglia di riposare, quale effetto del rilassamento e del proscioglimento da pesi emotivi; una maggiore energia ed entusiasmo, quale riscoperta delle proprie risorse personali.

Onorario.
Il costo del singolo incontro é di 50 euro (cinquanta/euro) per un’ora di colloquio, una volta a settimana. É possibile anche svolgere colloqui una tantum o con cadenza personalizzata (due volte al mese, ad esempio) al costo di 70 euro (settanta/euro) per un'ora e trenta minuti di incontro.
Pagamento: via bonifico bancario per i colloqui in videochiamata; in contanti per gli incontri de visu. I colloqui sono regolarmente fatturati, pertanto é necessario fornire i propri dati.
Segui Michela su Facebook per conoscere le Promozioni.

ATTENZIONE.
Cosa non è il Counselling.
Il Counselling non sostituisce terapie o altri trattamenti medici, ed il Professionista non cura situazioni di tipo patologico, non offre diagnosi medica o psicologica, non propone alcun tipo di prescrizione medica o farmacologica. Se stai ricevendo, od hai ricevuto in passato, assistenza e terapie mediche per questioni legate alla tua salute mentale, il Counselling potrebbe non essere adatto a te, pertanto ti impegni a confrontarti con il medico specialista prima dell’inizio del percorso.
Michela Ruffino non è psicologa, né psicoterapeuta, né medico generico, né medico psichiatra, pertanto gli incontri di Counselling non hanno finalità terapeutiche, di cura o di diagnosi riservate a tali figure professionali. Ella ha conseguito il Master in “Counselling orientativo, Counselling aziendale e Coaching” presso la HKE Group di Roma nel 2012 ed ha poi proseguito con altri studi olistici. 
Da anni è in atto una lotta fra psicoterapeuti e counsellor, dove i primi rivendicano l’esclusività della relazione d'aiuto con la persona. Come in tutti gli ambiti professionali, è possibile incontrare incompetenti e truffatori in entrambe le “fazioni”, così come ottimi professionisti seppur con diversa formazione e ambito di intervento. La rivendicazione dell’Ordine degli Psicologi non ha prodotto di fatto alcuna legiferazione in merito. Il Counselling rientra nelle professioni disciplinate dalla Legge 4 del 2013, e fintanto che non sarà legiferato il contrario, i Counsellor possono continuare ad operare. Per approfondimenti si consigliano questi articoli: atteggiamento corporativo; sentenza del Consiglio di Stato a favore del Counselling.